“È stato espulso perché ha reagito a causa del razzismo. L’arbitro doveva capire il suo stato d’animo. Stiamo facendo una campagna contro il razzismo e bisogna capire quanti richiami bisogna fare per sospendere le partite, altrimenti la prossima volta ci fermiamo noi“. Così l’allenatore del Napoli, Carlo Ancelotti, dopo i cori razzisti in Inter-Napoli nei confronti di Kalidou Koulibaly.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Inter, giallo sull’audio di Nainggolan: “È un macello, voglio tornare a Roma”. La moglie riceve minacce: “Disgustoso”

prev
Articolo Successivo

Riforma del Coni, Malagò: “Ogni cosa cambiata in peggio. Lo sport italiano perderà autorevolezza internazionale”

next