“Io mi occupo di quello che accadrà da oggi in avanti, chi ha sbagliato in passato e ha pagato, spero che non lo rifaccia”. Non si scusa, né si pente Matteo Salvini dopo la foto con l’ultra che ha patteggiato una condanna per spaccio di droga. Eppure solo due giorni fa dal palco della scuola di formazione della Lega, il ministro dell’Interno sosteneva che ‘chi vende droga deve marcire in galera“.  “Pentito per le foto? Tanti errori faccio e tanti altri ne farò” si limita a dire Salvini. Il sottosegretario del Ministero dell’Interno, il penta stellato Carlo Sibilia invece è meno indulgente sul caso: “Io avrei evitato quelle foto. Salvini deve stare attento con chi fa le foto”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Global compact rifugiati, Onu approva e Italia vota a favore. Camera dovrà esprimersi su quello sulla Migrazione

next
Articolo Successivo

Reggio Emilia, l’ironico video appello del consigliere Pd per il collega leghista Vinci: “Preoccupati, trovatelo”

next