“Lei è gelosa di suo marito Francesco Boccia?”, chiede la conduttrice di Belve Francesca Fagnani – “Mi dà fastidio essere presa in giro e che lui possa pensare di prendermi per i fondelli o che io non me ne accorga”. “È più sincera lei o suo marito?”- domanda la giornalista – “Senza dubbio io. Lui è equilibrato, controllato”, dice Nunzia De Girolamo. “Però non è sincero?”- incalza Francesca Fagnani – “Nel rapporto di coppia assolutamente no, lui non è sincero – rivela l’ex forzista – Sa come lo chiamiamo io e mia figlia? ‘Bugiardone’. Nel rapporto di coppia eh, poi nella vita invece…”. “La Bernardini De Pace (avvocato divorzista) qui a Belve  ha detto, chiede la giornalista: ‘Voi donne dovete fare tutte le cose peggiori, guardare il cellulare, pedinare, fotografare, scrivere tutto’. E’ d’accordo?”. “Pienamente”- risponde la De Girolamo – “Però di solito chi cerca trova…”- insiste la Fagnani – “E infatti io trovo sempre – ammette la moglie di Boccia – Però lui è il classico uomo meridionale furbo che ti dice ‘negare negare negare’. Lui nega anche l’evidenza e alla fine la paranoica sono io”.  “Però lei è paziente e perdona” – chiede la conduttrice – “Sì, perdono – dice De Girolamo –  perché ho una figlia, perché ho famiglia, perché sono cresciuta con solidi valori di centrodestra e del Sud”. Poi però lancia l’avviso al marito: “Non esagerasse però! Diciamo che questo potrebbe essere il  sottotitolo al suo programma:  ‘Boccia non esagerare’, che ti arriva un foglio di via … gli faccio fare la Fornero: le lacrime di Boccia a Belve” dice del candidato alla segreteria del Pd Francesco Boccia la De Girolamo.

“Belve” (6 episodi da 30’) scritto da Francesca Fagnani con la collaborazione di Irene Ghergo, è prodotto da Loft Produzioni per Discovery Italia ed è disponibile anche su Dplay (sul sito www.it.dplay.com – o scarica l’app su App Store o Google Play). Nove è visibile al canale 9 del Digitale Terrestre, su Sky Canale 145 e Tivùsat Canale 9.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Belve, Signorini su Nove: “Berlusconi? Mi ucciderei per lui. Quando è morta mamma, ha vegliato tenendomi la mano”

prev
Articolo Successivo

Belve, Nunzia De Girolamo su Nove: “Candidarmi con Salvini? Ci sto pensando, Berlusconi mi ha delusa”

next