“Di Maio in questa vicenda c’è dentro fino al collo”, dice Matteo Renzi in diretta Fb parlando della vicenda dell’azienda di famiglia del vicepremier M5s. “Se accetti di fare il prestanome e renderti complice di una possibile sottrazione di patrimonio all’erario, fino a sei anni di pena prevista, fai un reato molto grave. Non è il problema che ha fatto lo steward o il pizzaiolo in nero, ma se il ministro vuol venire in Parlamento a chiarire un’accusa che riguarda lui, personalmente”, conclude.