“Signori, è arrivato il momento degli ‘Oscar leccatori’!”. Marco Travaglio e Giorgia Salari salgono sul palco per raccontare il giornalismo di regime. Slurp è il ritratto impietoso dei cronisti e opinionisti al guinzaglio del potere. Al direttore de Il Fatto Quotidiano basta leggere i loro articoli per mettere alla berlina i cortigiani dell’informazione: “Sentite questo giornalista di Sette, settimanale del Corriere della Sera, come mette alle corde il pover’uomo di Mario Monti: ‘Il fiore che le piace di più? E il film preferito?’”. Le telecamere di Loft portano ‘Slurp’ giù dal palco, a disposizione degli abbonati della piattaforma tv. Lo spettacolo è un’antologia dei ‘servizietti’ che le firme italiane riservano all’élite: “E’ possibile che non capiscano il danno che fanno all’informazione e alla reputazione del loro Paese?”, si chiede il giornalista e scrittore. Pure i quotidiani blasonati s’inchinano al potere, così abbiamo imparato che l’attrice preferita dell’ex premier, Mario Monti, è Julia Roberts.

‘Slurp’ è una spettacolo teatrale con la regia di Valerio Binasco in esclusiva su Loft. Non è l’unica pièce del catalogo per gli abbonati della piattaforma tv. Sempre in esclusiva, si può vedere ‘Renzusconi, lo spettacolo di Andrea Scanzi su Matteo Renzi, emulo a metà del Sire di Arcore.