Prima uscita pubblica per l’ex ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio, dopo la tragedia di Genova: “Oggi sono qui ed ero indeciso se partecipare. Dobbiamo tributare un commosso ricordo alle vittime della tragedia di Genova“, dice al pubblico del meeting di Rimini. “Non sono andato ai funerali di Stato perché così si è deciso con il segretario del partito Martina”, spiega durante la conferenza stampa Delrio, che ha difeso il lavoro fatto dal suo ministero. E sul vertice (a febbraio 2017) tra il ministero dei Trasporti e Autostrade per l’Italia, rivelato dall’Espresso sullo stato di corrosione del ponte Morandi dice: “Mai ricevuto segnalazioni. Sono lavori tecnici”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Autostrade, bene revocare la concessione. Ma bisogna pensare a cosa fare dopo

next
Articolo Successivo

Ponte Morandi, Giorgetti: “Statalizzare le autostrade? Non sono persuaso. Bisogna cambiare il codice degli Appalti”

next