Daisy Osakue è in finale nel disco agli Europei di atletica di Berlino. L’azzurra, che dieci giorni fa a Moncalieri era stata ferita a un occhio da un uovo lanciato da un’auto in corsa, dopo avere rischiato di non partecipare alla rassegna continentale è ora approdata tra le migliori d’Europa grazie a un secondo lancio da 58,73, misura che soddisfa il 58,50 richiesto per il pass diretto alla finale.
Dopo un primo lancio nullo che ha colpito la gabbia, la 22enne torinese della Sisport seguita da Maria Marello ha siglato la quarta prestazione in carriera conquistando la finale in programma sabato. In questa stagione la lanciatrice, che studia e si allena in Texas alla Angelo State University, ha ritoccato il primato italiano di categoria che le appartiene dal 2017, allungando fino al 59,72 di San Angelo il 7 aprile, per diventare la quarta discobola azzurra di sempre.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Atletica, Daisy Osakue va in finale agli Europei di Berlino. L’atleta: “Bellissimo, è quello che mi serviva per dimenticare”

prev
Articolo Successivo

Europei nuoto, l’Italia fa il pieno di ori a Glasgow: trionfano Codia, Panziera e Quadarella (al terzo successo personale)

next