Si sono concluse senza problemi le operazioni di disinnesco e rimozione di una bomba d’aereo americana di oltre 200 kg, trovata in un cantiere edile a Santarcangelo di Romagna, in provincia di Rimini. Dopo il despolettamento, l’ordigno è stato caricato su un mezzo e portato in una cava per il brillamento. Le operazioni, coordinate dalla prefettura di Rimini, hanno coinvolto 15 persone tra artificieri e personale in supporto dell’Esercito dell’8/o reggimento Genio guastatori. Ieri è stato fatto esplodere anche un ordigno a Terni.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Roma, militare 25enne dell’operazione Strade Sicure suicida a Palazzo Grazioli

next