Ha fatto il tutto esaurito lo spettacolo dei droni, nel cielo di Torino, che per la prima volta ha sostituito i tradizionali fuochi d’artificio di San Giovanni, il santo patrono della città. Sono stati oltre 30 mila i torinesi accorsi in centro per lo show luminoso sopra piazza Castello. Tanti anche quelli costretti dalle rigide misure di sicurezza a tornare a casa quando i varchi, alle 22 circa, hanno iniziato a chiudere perché la piazza aveva raggiunto la massima capienza. “Abbiamo voluto offrire ai torinesi uno spettacolo del tutto nuovo all’insegna della vera innovazione – ha commentato  Nicola Procaccio, country lead di Intel Italia e direttore marketing Intel Europa, a margine dell’evento – 200 droni sono stati programmati e pilotati da un unico regista che attraverso un unico personal computer ha realizzato la coreografia prevista dal direttore artistico Giulio Graia. Abbiamo voluto dimostrare quanto l’innovazione possa spettacolarizzare una festa tanto cara ai torinesi come il San Giovanni. È lo show di droni luminosi più lungo mai realizzato da Intel”