“Le mutandine che mi tolsi da Luttazzi? Le ha in mano un feticista di cui non posso rivelare il nome”. Su Nove, mercoledì 6 giugno alle 23:55, Anna Falchi, ospite di Peter Gomez, a ‘La Confessione’ rivela alcuni retroscena legati allo sketch più osé nella storia della tv di Stato. “Ricordo la scena esilarante di Satyricon di lei con Luttazzi …”, rammenta il giornalista. L’attrice lo interrompe subito: “Sì, mi ricorda un po’ questo momento, se vuole gliela ripropongo…”. Il conduttore, tra l’imbarazzato e l’ironico, cerca di recuperare l’aplomb davanti ad una delle donne più belle della televisione: “Senta, lei si tolse lo slip e lo consegnò a Daniele Luttazzi. Tutta Italia vuole sapere – continua Gomez -: lei sotto rimase nuda o no?”. L’ex moglie di Stefano Ricucci spezza il cuore dei suo fan: “No, no, non è mia abitudine sinceramente, no no”. Il giornalista le replica: “Era tutto finto!”. “Chiaro, era una gag preparata a dovere”, dice Falchi. Il conduttore però la incalza: “E’ vero che in Rai c’è gente disposta a pagare per quel cimelio?”. L’attrice spazza il campo da ogni dubbio: “No, pare proprio che sia stato sequestrato da…”. “Da un feticista!”, interviene Gomez. Falchi ammette: “Sì, di cui so anche il nome sinceramente, che non dirò mai, nemmeno sotto tortura”. “Ci dica il nome almeno”, insiste Gomez. “No no, in Italia siamo omertosi e io voglio essere fedele all’omertà”, svicola la protagonista di ‘Giovani e belli’ di Dino Risi. “Lei dovrebbe essere finlandese”, chiosa il giornalista sorridendo.

“La Confessione” (programma di Loft Produzioni per Discovery Italia) è disponibile anche su Dplay (sul sito www.it.dplay.com – o scarica l’app su App Store o Google Play). Nove è visibile al canale 9 del Digitale Terrestre, su Sky Canale 145 e Tivùsat Canale 9.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Accordi&Disaccordi, stasera alle 22.45 in diretta tv su Nove discutono Taverna, Morani, Falcone e Mughini

prev
Articolo Successivo

La Confessione, Anna Falchi: “Ricucci? Menefreghista. Chiesi aiuto e persone influenti volevano approfittare di me”

next