“Io ora me ne vado. Consegno la delega al presidente. Ma noi dovremo fare un congresso e se stiamo messi cosi’ come stiamo messi oggi, non me chiamate”. Non le manda a dire Pina Cocci, delegata del Pd di Tor Bella Monaca, dal palco dell’assemblea Pd all’hotel Ergife di Roma. Il suo e’ tra gli interventi piu’ duri. “Da la’- dice indicando la platea- io sentivo le truppe camellate. Veniteci nei territori, non vi mettete in bocca la parola ‘periferia’. Ma a Tor Bella Monaca chi v’ha mai visto?”, dice prima di prendere la delega per il voto e lanciarla letteralmente sul banco della presidenza.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Pd, Orlando in assemblea: “Riforma dell’ordinamento penitenziario? Dentro il governo sono solo io a volerne l’approvazione”

prev
Articolo Successivo

Gazebo M5s-Lega, a Napoli contestazione dei centri sociali. Cori e lanci di carta igienica: “Avete dimenticato il Sud”

next