Il “Contratto per il cambiamento” proposto da Lega e Movimento 5 Stelle fa discutere gli attivisti dei due partiti, che anche in Piemonte sono scesi in piazza con i gazebo. Dieci sono stati quelli allestiti dal Carroccio, per permettere ai sostenitori di votare il contratto, mentre i militanti del Movimento 5 stelle hanno organizzato dei banchetti informativi. Tra gli attivisti si entrambi i partiti prevale una scarsa fiducia nel leader dell’altro schieramento, anche se tutti sperano che i punti del contratto vengano rispettati.

 

 

 

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Lega-M5s, nei gazebo a Milano “L’alleato non è granché, ma insieme 5 anni”. Ed entrambe le parti chiedono il premier

next
Articolo Successivo

Provenzano (Pd) all’Assemblea: “Nasce forse il peggior governo, ma nasce con l’auspicio e il contributo di una parte di noi”

next