Giornata storica a Cannes. Sul red carpet del Festival hanno sfilato decine di donne, dall’icona francese Agnes Varda alle nostre Claudia Cardinale e Jasmine Trinca, dalla presidentessa di giuria Cate Blanchett a Salma Hayek. Sulla scalinata della Croisette erano in 82. Perché proprio quel numero? Perché da quando esiste il Festival, cioè da 71 anni, i film realizzati da donne e selezionati per il concorso sono stati solo 82, contro i 1645 dei colleghi registi.

 

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Festival di Cannes, Christopher Nolan: “Io, Stanley Kubrick e il miracolo tra pellicola e digitale”

prev
Articolo Successivo

Cannes 2018, le combattenti curde di Eva Husson “simbolo delle donne che combattono per la libertà e la dignità”

next