Cercasi prosciuttina. Part-time o full time“. L’annuncio, corredato da un’immagine di Miss Piggy, è apparso a Perugia: un’offerta di lavoro per un’osteria che fa parte di una catena di ristoranti. E le polemiche non si sono fatte attendere: come riporta La Nazione, in molti hanno trovato questo annuncio sessista. “Abbiamo utilizzato questo annuncio per tutti i nostri locali e non ci sono mai stati problemi, né abbiamo ricevuto lamentele”, ha ribattuto a La Nazione Dario Leoncini, il titolare della catena.

“Anzi – ha aggiunto Leoncini – sono state proprio le ragazze che collaborano con noi a inventare questo termine, perché il nostro è un ambiente giovane e allegro. È una cosa spiritosa e nessuna di loro si è mai sentita in imbarazzo e, tanto più, offesa”. Tant’è che esiste un “nomignolo” anche per gli uomini: “Prosciuttieri, perché sono moschettieri del prosciutto”. E sempre stando al titolare, le ragazze in cerca di lavoro non si sono lasciate scoraggiare e i curriculum arrivati sono ben 43.

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Ambra Angiolini, la conduttrice devolve in beneficenza il cachet del Concertone (ma la rete parla solo del suo maglione firmato)

prev
Articolo Successivo

Ikea, le polpette svedesi sono turche

next