Ci sono i pellegrini cristiani, l’abbazia benedettina in onore a San Michele, l’isolotto tidale circondato da onde timide che si mischiano alla fanghiglia. E poi un sospettato che, secondo i giornali francesi, minacciava di attaccare la polizia, ma ora “non si trova più sul Monte”. La trama del romanzo che non c’era ambientato a Mont-Saint-Michel l’ha scritta un uomo che, riporta La Manche Libre, sarebbe montato alle 07:45 di questa mattina in una delle prime navette che conducono al noto sito turistico e avrebbe iniziato a urlare: “Io ammazzo i poliziotti”. Da lì l’evacuazione: accessi bloccati e polizia schierata. Le case setacciate una ad una fino all’annuncio del prefetto: “Abbiamo la quasi certezza che il sospetto non sia più qui”. Alla fine dietro a tutto ciò sembra esserci una semplice lite tra un animatore di strada e il gestore di un caffè.

Il prefetto della Manica, Jean-Marc Sabathé, intervistato da France Bleu Contentin, ha detto che l’uomo ricercato per aver minacciato le forze dell’ordine “apparentemente voleva fare uno spettacolo di animazione in strada ma c’è stato un alterco con il gestore di un caffè sul posto. A quel punto ha pronunciato delle minacce contro la polizia. Preciso che non ci sono stati colpi d’arma da fuoco né alcuna violenza“. Non è chiaro se l’uomo avesse effettivamente con sé delle armi. E’ stato visto però con sulle spalle uno zaino. Avrebbe tra i 20 e i 30 anni ed è in corso la sua identificazione grazie alle telecamere di sorveglianza.

La gendarmeria, dopo aver fatto evacuare l’isolotto alla foce del fiume Couesnon in Normandia, ha chiuso tutti gli accessi e schierato gli agenti locali supportati da un elicottero. Gli agenti hanno spiegato che si trattava di una “misura di precauzione“. Il prefetto ha poi deciso di “setacciare casa per casa” tutto Mont-Saint-Michel “per verificare se questo individuo fosse ancora sull’isolotto”. “Per dissipare ogni dubbio, ho deciso di chiudere l’abbazia” ha precisato. L’evacuazione completa è terminata intorno alle 11.30, poco dopo anche le ricerche che non hanno avuto esito: “Visioneremo i nastri della videosorveglianza. Normalmente, dovrei autorizzare l’apertura del sito a inizio pomeriggio”, ha spiegato il prefetto.

Diversi testimoni hanno riferito di aver visto il sospettato mentre tornavano da Mont-Saint-Michel. “Ero in albergo e ci hanno chiesto di evacuare l’isolotto”, ha detto a USAinformations un turista, come riporta Le Parisien. “Ho visto che i negozi erano chiusi, tutti evacuati. Ho aspetto la navetta e ho visto anche persone a piedi che partivano dall’ingresso principale. La maggior parte ha usato la passerella per l’evacuazione. Erano tutte molto calme perché anche la polizia è calma”. Tutti in fuga alle spalle di una scenografia da film: linee disegnate da chi nel corso dei secoli ha dato una forma d’arte al culto dell’Arcangelo, passando dal carolingio al romanico al gotico flamboyant. Ora avranno una storia da raccontare.