La Polizia ha diffuso il video che mostra l’ultima aggressione di Cesarin Tivadar, il maniaco sessuale fermato a Bologna. Le telecamere lo hanno ripreso mentre segue e aggredisce una studentessa 20enne sul portone di casa, all’alba di domenica scorsa. Tivadar non è sconosciuto alle forze dell’ordine. Già quattro anni fa fu fermato in Danimarca dopo aver palpeggiato e aggredito diverse ragazze a Bologna. Dopo l’arresto chiese scusa alle vittime e alla città e si sottopose a un percorso di recupero con degli psicologi. Lavoro che però è servito a poco, perché pochi giorni fa ha ammesso tutto agli agenti (alcuni che avevano avuto a che fare con lui nel 2014  lo avevano riconosciuto): “Ero ubriaco” ha detto. Tivadar quindi è di nuovo in carcere

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Roma, il corpo di una donna trovato carbonizzato in un parco. La scoperta fatta da un runner: “Bruciava ancora”

next
Articolo Successivo

Torino, incidente sul lavoro: addetto alle pulizie muore schiacciato da balle di polietilene

next