La bambina di 17 mesi è ricoverata con due costole rotte e lesioni a un timpano. Il padre, ubriaco, è stato arrestato dai carabinieri dopo gli accertamenti in caserma. È accusato di aver picchiato ripetutamente la figlia giovedì pomeriggio nella loro casa a Firenze in piazza della Libertà. L’uomo, 48enne albanese, era da solo con la piccola e, secondo quanto ricostruito dai militari, l’ha schiaffeggiata più volte.

A dare l’allarme è stata una zia dopo che la madre, fuori casa, ha telefonato al marito e avendo capito dalla voce che era ubriaco ha chiesto alla sorella di andare a controllare. Al suo arrivo la donna ha trovato la bambina piena di lividi per le botte, riporta l’Ansa. La bambina è stata portata d’urgenza all’ospedale Meyer, dove è stata sottoposta ad una tac. Non è in pericolo di vita ma nelle prossime ore resterà ricoverata per ulteriori accertamenti e per l’osservazione clinica. Il suo caso è stato preso in carico del gruppo Gaia del Meyer, un equipe di specialisti, tra cui pediatri, psicologi e neuropsichiatri infantili, che interviene nei casi di sospetti maltrattamenti su minori.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Ischia, no alla centrale geotermica: dopo i cittadini anche la Regione è contraria all’impianto

prev
Articolo Successivo

Roma, gare sulle buche troppo lente. Raggi apre un’inchiesta interna: “Chi ha sbagliato deve pagare, pazienza è finita”

next