Oriettona, thug life
E quindi restano in semifinale solo in sei. Prima prova alla Mistery Box: cucinare un piatto del proprio “maestro”, inteso come agenzia formativa ai fornelli. Entrano la figlia di Tombolini (infamona in senso tecnico: gli porta la porchetta che non gli riesce e dice anche “vabbè, siamo a MasterChef, eh”), il figlio di Orietta Berti (Omar, uno dei tanti in famiglia che iniziano con la O), il parrucchiere della Tatangelo (“è una delle persone più importanti” e chissà la felicità quando ha visto che le haportato un risotto che lei non ha mai fatto), la mamma di Lo Cicero (lui piagnucola, lei resta una sfinge), il padre della Granbassi (che, rullo di tamburi, piange) e la mamma di Davide Comesichiamalui di Un posto al sole. I migliori sono Oriettona con la zuppa imperiale delle azdore (e scassa il figlio), Tombolini nonostante le bastardate della figliola e la Granbassi con i buzolai, biscotti belli e buoni che per fortuna gli esuli istriani a un certo punto portarono oltre il confine. Vince Orietta che, finché la barca va, da alcune puntate mette tutti in fila con quell’atteggiamento da trollatrice perpetua, di quella che se ne frega ma poi ha la visione strategico-militare di Trockij.

INDIETRO

Celebrity MasterChef tra le palle di toro della Tatangelo e l’Orietta asfalta-tutti: finaliste con Devenuto. Surreale più della Casellati presidente

AVANTI

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Fabrizio Frizzi morto, 10mila persone per l’ultimo saluto al conduttore. Mercoledì funerali in diretta su Rai 1 (FOTO E VIDEO)

next
Articolo Successivo

Le TelePagelle di marzo – Dagli Emigratis alla leosinizzata Leosini. E il nostro saluto a Frizzi

next