Su disposizione della Direzione distrettuale antimafia di Napoli la Polizia di Napoli, con l’impiego di oltre cento uomini, sta eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di promotori e sodali di un’organizzazione criminale dedita al traffico internazionale di sostanze stupefacenti, ritenuta in rapporti d’affari con i clan di camorra operanti nell’area orientale di Napoli. Le indagini dei poliziotti della Squadra mobile hanno accertato che gli ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti, in prevalenza cocaina, importata prevalentemente direttamente dalla Colombia e dall’Olanda, è destinata al mercato del capoluogo e di altre regioni italiane, in particolare Toscana e Lazio. Oltre ai significativi quantitativi di cocaina, hashish e marijuana, nel corso delle indagini è stato sequestrato anche un vero e proprio arsenale tra pistole e mitragliatrici

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Sicurezza, gli 007: “Rischio attacchi cyber per influenzare il voto. La minaccia terroristica è attuale e concreta”

prev
Articolo Successivo

Napoli, il politico: “Dammi 50mila euro e la Regione ti darà il contratto”. E Fanpage filma la consegna della valigetta

next