È sceso dal tram, ha preso a calci un bidone e tentato di sradicare un paletto dal terreno. Poi ha recuperato una spranga di ferro di 80 centimetri e ha colpito alla testa un passante, mai visto prima, che era in attesa alla fermata. Un 32enne del Camerun è stato arrestato per tentato omicidio dai carabinieri dopo aver causato diverse fratture craniche a un serbo di 31 anni. L’episodio è avvenuto martedì sera alla fermata del tram 9 all’angolo tra viale Sabotino e via Ripamonti, a Milano. Il ferito, incensurato e regolare, è stato trasportato in condizioni gravi al Policlinico: oggi, mercoledì, sarà operato, ma non sarebbe in pericolo di vita.

A chiamare i carabinieri è stata una ragazza che ha notato il 32enne scendere dal tram e aggirarsi in zona con atteggiamento violento. È lei che ha raccontato ai militare la scena, da quando l’uomo a trovato la spranga dietro a un’edicola fino al momento in cui con l’arma si è avvicinato alle spalle del serbo e lo ha colpito con violenza alla testa più volte. La vittima non si è accorta dell’arrivo dell’altro uomo perché in quel momento aveva gli auricolari.

Subito dopo l’aggressione, il camerunense è scappato lungo via Ripamonti, dove è stato bloccato dai carabinieri. Secondo quanto riferito, era in evidente stato di alterazione e bisognerà accertare se dovuta all’assunzione di sostanze stupefacenti o per motivi di natura psichica. Il 32enne, regolarmente soggiornante in Italia e residente nel trevigiano, è stato condotto a San Vittore.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Pedofilia, sul caso Barros di cosa si è scusato esattamente il Papa?

next
Articolo Successivo

Ragusa, vendevano droga a scuola durante l’intervallo. Il video che incastra gli spacciatori

next