Una scossa di magnitudo 7.9 della scala Richter si è verificata in mare nel Golfo dell’Alaska. La terra ha tremato intorno alle 10.30 a circa 280 chilometri a sud-est di Kodiak, ad una profondità di 10 km.

Lo riferisce l’istituto geologico americano, Us Geological Survey. Dopo il sisma era partita l’allerta tsunami, ma adesso il Pacific Tsunami Warning Center, il centro d’allerta tsunami americano, ha reso noto che non esiste un rischio tsunami nel Golfo dell’Alaska in seguito al terremoto.

Le autorità dell’isola di Kodiak avevano invitato gli abitanti a lasciare le zone costiere, dove potrebbero verificarsi inondazioni e forti correnti che costituirebbero un rischio per le imbarcazioni. Diversi tweet di abitanti della cittadina hanno rilanciato il suono delle sirene che invitano le persone ad abbandonare le case e postano video delle lunghe code di auto incolonnate durante le operazioni di evacuazione.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Giappone, eruzione del vulcano Kusatsu-Shirane colpisce le piste da sci. Le immagini della valanga

prev
Articolo Successivo

Non gli piace la battuta del comico e il palco di “The comedy house” si trasforma in un ring

next