Comincia ad animarsi con la presenza di attivisti 5 Stelle piazza Montecitorio, dopo l’appello lanciato ieri dall’M5S, che ha organizzato per le 13 la manifestazione contro il Rosatellum, la legge elettorale in discussione alla Camera. Ma in piazza non ci sono solo i pentastellati. In mattinata sono arrivati i seguaci del Movimento Liberazione Italia, guidati dal generale Antonio Pappalardo. Ed è proprio il generale in congedo che, al culmine della manifestazione indetta per chiedere lo scioglimento del Parlamento ritenuto “abusivo” se l’è presa con un giornalista, colpevole di riprendere la scena con la sua telecamera. Il siparietto è andato in scena nel momento in cui le forze dell’ordine hanno chiesto ai manifestanti di sciogliere il presidio e permettere le successive manifestazioni, previste per oggi. A farne le spese è stato un operatore tv di EliveTv, dapprima accerchiato, poi accusato di essere un poliziotto infiltrato. Un manifestante si è portato la mano in bocca e ha leccato la telecamera.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Legge elettorale, un obbrobrio chiamato Rosatellum

next
Articolo Successivo

Rosatellum 2.0, Fiano (Pd): “Fiducia per paura dei nostri? No, è necessaria. Rischiamo di votare senza legge elettorale”

next