Polemica fibrillante a Omnibus (La7) tra la senatrice M5S Beatrice Lezzi e Luigi Marattin (Pd), consigliere economico di Palazzo Chigi. La miccia è il video pubblicato dalla parlamentare pentastellata lo scorso agosto, a proposito della crescita dello 0,4% del Pil nel secondo trimestre. La sua tesi, presa di mira da commenti ironici in rete, era stata contestata dallo stesso Marattin, che le rispose, a sua volta, con un filmato. Lezzi spiega: “In quel video non ho detto che si sono venduti più condizionatori. Ho fatto riferimento a un dato congiunturale, cioè la variazione della produzione industriale tra maggio e giugno del 2017. A giugno abbiamo un dato della produzione industriale che è un + 1,1, dato significativo che non nego assolutamente. C’è la componente energetica che è del 5,7, che in quel 1,1 pesa poco più del 50%. Incrocio i dati Terna, che ci dicono che l’aumentare della temperatura ha comportato maggiori costi di produzione”. E aggiunge: “Il professor Marattin addirittura nel suo video mi dice che nella produzione industriale non c’è l’energia. Purtroppo c’è la fornitura energetica. Questo è un altro errore che io mi auguro che abbia commesso soltanto per deridermi e non perché ne fosse convinto”. Marattin obietta: “Sul 5,3 trimestrale uno può asserire che è stata colpa o merito del consumo di energia solo se quell’aumento è superiore alla media. Io ho sentito dire c’è una componente energetica del 50%, ma non è vero”. “Lei continua a parlare del trimestrale” – insorge Lezzi – “io parlo dei dati di maggio e giugno 2017”. Si scatena la bagarre e Marattin protesta: “Per favore, possiamo parlare seriamente?”. E la senatrice ammonisce: “Allora, mi ascolti: lei il professorino lo va a fare da un’altra parte. Si deve rassegnare al fatto che ha commesso un gravissimo errore, al solo scopo di denigrare e di deridere. Le la deve smettere”. La conduttrice Gaia Tortora tenta di sedare la discussione e dà la pubblicità. Al ritorno del collegamento in studio, la polemica si ripete con toni duri. Lezzi legge dei dati, accusando Marattin di non saperli leggere. L’esponente Pd replica: “Ma lei ha una idea di quello che dice quando apre la bocca?“. “Ho detto che lei il professorino con me non lo fa” – ribatte Lezzi – “Io di economisti al soldo di Renzi usa e getta come è stato Taddei ne ho avuti diversi davanti“. Gaia Tortora e Marattin, sorpresi, chiedono se Taddei è stato rimosso e Lezzi conferma. Poi aggiunge: “Loro hanno la solita tecnica di mentire spudoratamente. Lei si deve rassegnare. Non sono solo io ad aver detto che lei ha commesso degli errori madornali e grossolani”. “Lei non ha idea di quello che dice” – controbatte Marattin – “Io onestamente non la capisco. C’è molta confusione quando lei parla di economia“. E la senatrice ribadisce: “Lei è un professorino usa e getta del Pd

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Mentana: “Haters sui social? Agli avvelenatori di pozzi e a chi scrive fesserie bisogna rispondere a tono”

next
Articolo Successivo

Jebreal vs Porro: “Uomo bianco che urla addosso a donna come me”. “Chi non è d’accordo con te non è sessista”

next