Aveva raccontato, salvo essere smentita, di essere stata “sequestrata” da un gruppo di migranti davanti ai cancelli del presidio umanitario di via del Frantoio, in zona Tiburtino III a Roma. Ieri la donna è stata arrestata dai carabinieri con l’accusa di furto. Pochi giorni fa le sue dichiarazioni avevano scatenato la protesta nel quartiere. Ma dopo la verifica delle testimonianze la signora, il 2 settembre era stata iscritta nel registro degli indagati per il ferimento di un cittadino eritreo, Ieri mattina è stata sorpresa fuori da un supermercato del quartiere con una busta della spesa piena di prodotti appena rubati e si trova ora ai domiciliari.

Secondo quanto riferito, la donna era già sottoposta a obbligo di dimora con permanenza diurna nella sua abitazione. Domenica i militari della Stazione Santa Maria del Soccorso sono andati nel suo appartamento per notificarle un atto su un tentato furto avvenuto nello stesso supermercato alcuni giorni prima. Ma la donna, è stato reso noto, non era in casa ed è stata trovata poco dopo all’esterno del punto vendita con una busta di prodotti sottratti illegalmente.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Terrorismo, rubati 3 furgoni Dhl a Milano. Questore: “Inseriti in black list, controlli”

prev
Articolo Successivo

Stupro Firenze, procura: ‘Non c’è filmato. Solo un frame inutile per indagini’. Militare a legali: ‘Ci siamo lasciati bene’

next