La superiorità della Mercedes nel fine settimana italiano è tutta nei numeri: doppietta in casa Ferrari e sorpasso di Lewis Hamilton a Sebastian Vettel (terzo) nella classifica del Mondiale. Un colpo difficile da digerire per la Rossa di Maranello, che ora dovrà inventarsi qualcosa per provare a ribaltare la vetta della classifica, ora distante tre punti. Che non sono tanti, ma il dominio delle Frecce d’argento sul circuito brianzolo non lascia ben sperare. Week end perfetto quello di Hamilton e Bottas, con Sebastian Vettel che comunque è riuscito a limitare i danni, salendo sul podio dopo un pessimo sabato di qualifiche (partiva dalla terza fila). Il tedesco chiude davanti alla Red Bull di uno scatenato Daniel Ricciardo e all’altra Rossa di Kimi Raikkonen. Sesto il francese Esteban Ocon con la Force India davanti al 18enne Lance Stroll, talento della Williams scattato dalla prima fila. La top ten è completata da Felipe Massa (Williams), Sergio Perez (Force India) e Max Verstappen (Red Bull). A metà gara le due Mercedes di Hamilton e Bottas sono già un miraggio per Vettel, al quale non resta che difendere la terza posizione insidiata proprio dall’australiano della Red Bull. Raikkonen infatti sale al quarto posto dopo le soste ai box dei due piloti che lo precedono, ma Ricciardo sfrutta alla grande le gomme supersoft, al 41° giro regala spettacolo con un super sorpasso ai danni di Raikkonen e poi si lancia all’inseguimento di Vettel. Il distacco fra i due scende a soli secondi nei giri finali, ma il tedesco è bravo a difendere con i denti, fino alla bandiera a scacchi, un podio comunque prezioso.

“Grazie ragazzi, è stata una giornata difficile ma con tanti tifosi. Grazie mille” ha detto Vettel in un team radio con il box Ferrari al termine del Gp d’Italia. “Grazie a tutti, siete il miglior pubblico del mondo. Anche se questa gara è stata difficile, arriviamo, vedrete, arriviamo. Forza Ferrari“. Entusiasta, come è giusto, Lewis Hamilton: “Sono contento perché ho fatto un ottimo lavoro, ma soprattutto è il team che ha fatto un lavoro eccezionale. Il motore Mercedes è decisamente migliore di quello Ferrari e in questo weekend lo ha dimostrato. Io amo l’Italia e adoro la passione dei tifosi, in particolare quelli della Ferrari sono fantastici – ha aggiunto – Questa energia non si vede da nessuna altra parte, forse solo a Silverstone, quindi la rispetto e l’apprezzo”, ha detto l’inglese sorridendo. Poi, sulla gara dominata fin dall’inizio: “La partenza è stata un po’ difficile, ma alla fine è stata una grande giornata. Ci sono anche tanti tifosi inglesi qui e sono grato a loro per questo”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

F1, Gran Premio di Monza: delusione Ferrari. Raikkonen e Vettel partono in terza fila. Hamilton in pole

prev
Articolo Successivo

Gp Monza, Marchionne: “Oggi differenza imbarazzante, mi stanno girando un po’ le balle”

next