Scontri e incidenti a Berkeley (Usa) dove un gruppo di attivisti di estrema destra avevano organizzato una manifestazione contro il marxismo. L’evento era stato annullato per questioni di sicurezza ma un piccolo gruppo di dimostranti si è presentato lo stesso. Ad aspettarli c’erano oltre mille manifestanti antifascisti a volto coperto. A quel punto sono iniziati gli scontri tra le due fazioni: sei i feriti e 14 gli arresti.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Usa, scontri tra anarchici e sostenitori di Trump: 6 feriti. Polizia arresta 14 persone

prev
Articolo Successivo

Germania, infermiere sospettato di aver ucciso almeno 84 pazienti. Il capo della polizia: “Abbiamo le prove”

next