Quarto giorno in strada per i rifugiati eritrei sgomberati sabato scorso dal palazzo di via Curtatrone a Roma. In decine sono accampati sui giardinetti di piazza Indipendenza, a due passi dalla stazione Termini: “Ci hanno buttato fuori – ha spigato uno di loro -. Il Comune ci ha detto di aspettare ma sono tre giorni che dormiamo per strada. Siamo scappati dal nostro Paese perché c’è la guerra”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Sisma Ischia, la Procura valuta inchiesta per disastro colposo. Delrio: “Troppi crolli per una scossa di 4.0”

prev
Articolo Successivo

Lloret de Mar, genitori di Ciatti contro la pagina Facebook ‘Morte agli assassini di Niccolò’: “Non fate donazioni”

next