Un gommone pieno di migranti proveniente dall’Africa è sbarcato sulla di Zahara de los Atunes vicino a Cadice (Spagna) in mezzo a centinaia di turisti che hanno ripreso la scena con un cellulare. I migranti appena sbarcati sono subito scappati prima che arrivasse la polizia. Il video è stato postato su youtube dall’emittente spagnola Todo Radio.

Nei giorni scorsi diversi gruppi di migranti avevano tentato di sfondare la frontiera di Ceuta, l’enclave spagnola in Marocco. La tensione ha spinto il governo spagnolo a sospendere il traffico di merci attraverso il confine fra il Marocco e l’enclave spagnola di Ceuta. Nel solo mese di agosto la frontiera è stata attraversata illegalmente da 260 migranti. In questo modo, il personale di polizia potrà essere destinato al rafforzamento del controllo del confine “di fronte agli incessanti tentativi di ingressi irregolari da parte di migranti subsahariani”, spiega un comunicato della Delegazione del governo spagnolo a Ceuta.

Il provvedimento della Delegazione, in coordinamento con le autorità marocchine, blocca il passaggio delle merci, trasportate a piedi o su veicoli, attraverso il valico di Tarajal. Lunedì mattina una folla di 180 migranti si è precipitata correndo all’alba attraverso questo valico riuscendo ad entrare a Ceuta mentre la maggior parte delle guardie era impegnata altrove.  Secondo i media spagnoli, ogni giorno circa 12mila veicoli e 3mila persone a piedi attraversano il valico portando mercanzie nella enclave.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Elezioni Kenya, Kenyatta a un passo dalla riconferma. Lo sfidante Odinga: “Brogli”. Scontri e proteste: “Almeno una vittima”

next
Articolo Successivo

Londra, autobus a due piani sfonda la vetrina di un negozio. Vigili del fuoco liberano due donne rimaste intrappolate

next