Un importante ritrovamento è stato fatto negli Scavi di Pompei: si tratta della più grande epigrafe funeraria mai trovata finora ed è lunga 4 metri. È emersa durante gli scavi da una tomba monumentale in marmo di una personalità di Pompei molto influente e le 7 righe di epigrafe raccontano le imprese di questo personaggio, oltre a dare dettagli molto importanti sugli ultimi 10 anni di Pompei, prima della distruzione dovuta all’eruzione del Vesuvio. Massimo Osanna, direttore generale Soprintendenza Pompei, illustra l’eccezionale ritrovamento archeologico.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Napoli, il salumiere anti-clan abbassa la saracinesca. La sua colpa? Un’intervista

prev
Articolo Successivo

Università, una studentessa hacker a processo: “Entrava nel sito della facoltà per alzarsi il voto”

next