A 25 anni dalla strage di via d’Amelio Sky Arte HD (canale 120 e 400 di Sky) trasmette mercoledì 19 luglio alle 20.00 in prima visione tv e in esclusiva il documentario La corsa de L’Ora diretto da Antonio Bellia. La storia si sviluppa tra il 1954 e il 1975: gli anni in cui Vittorio Nisticò è il direttore del quotidiano L’ORA.

Le parole di Nisticò, interpretate da Pippo Delbono, rappresentano l’ossatura del film: da un lato le battaglie contro l’intreccio di poteri e interessi tra la mafia e la politica in un momento storico di grande trasformazione per la Sicilia, dall’altro l’impegno di una generazione di intellettuali e artisti. Personaggi come Sciascia, Consolo, Dolci, Guttuso e Caruso si fanno carico della necessità di essere interpreti di un cambiamento sociale e civile e scelgono proprio il piccolo quotidiano palermitano come luogo e strumento di questa grande scommessa. Il giornale in pochi anni diventa il perno della lotta alla “mentalità mafiosa”, Nisticò un maestro del giornalismo e L’Ora una grande scuola, una “fabbrica delle notizie”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Emanuela Folliero su Facebook: “Ciao, sono famosa e siccome ho due tette enormi rubo mariti alle ragazzine”. La verità sullo strano post

prev
Articolo Successivo

Max Biaggi dopo l’incidente: “Con le moto ho chiuso per sempre. Voglio un figlio con Bianca”

next