Stefano Rodotà è stato uno dei protagonisti della battaglia contro la riforma costituzionale voluta da Matteo Renzi. Finito all’indice come “professorone e gufo” contrario al progresso del Paese e del sistema istituzionale con l’unica “colpa” di aver espresso la sua contrarietà alla riforma, difendendo la Costituzione italiana.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Stefano Rodotà e la candidatura a presidente della Repubblica: quando il giurista fu a un passo dal Colle

next
Articolo Successivo

Centrodestra, Maroni: “Salvini agli Interni? Lo vedo bene, esperienza non conta”

next