Questo sabato, 24 giugno, la scuola di formazione del Fatto Quotidiano propone a Roma altri due corsi importanti nel percorso di giornalismo di inchiesta e a Milano un’occasione imperdibile per gli appassionati di informazione economica.

Cominciamo da Roma. Dalle 10 alle 13, nella redazione di via Sant’Erasmo 2, il relatore sarà il nostro Giampiero Calapà, che terrà una lezione su Mafia Capitale, mentre in aula-bunker a Rebibbia proprio in questi giorni è alle battute conclusive il maxi-processo al “mondo di mezzo” di Massimo Carminati e Salvatore Buzzi.

Sul caso particolare di Ostia, enclave delle mafie tradizionali alle porte di Roma, interverrà il magistrato Alfonso Sabella, all’attivo decine di catture di super-boss di Cosa nostra negli anni 90, autore proprio con Calapà di Capitale Infetta (Rizzoli, 2016), libro sul suo incarico di assessore alla Legalità nella giunta Marino, esperienza definita dallo stesso Sabella “più difficile di arrestare Brusca e Bagarella”.

A Giampiero Calapà (già autore di Mafia Capitale per la Nuova frontiera, 2014), si deve un altro capo d’imputazione per Carminati: è stato grazie a un suo articolo e al disegno del nostro Emanuele Fucecchi in pagina sull’edizione cartacea di giovedì 9 marzo 2017 che la procura di Roma ha avviato un altro procedimento con l’accusa di “apologia di fascismo”. A udienza finita, mentre tutti stavano per lasciare l’aula bunker, Calapà ha colto sui monitor il saluto romano del “Nero” e del suo sodale Riccardo Brugia, in video-conferenza dalle carceri di Parma e Terni. Un buon cronista, a volte, deve solo osservare.

Nel pomeriggio, sempre a Roma, dalle 14,30 alle 17,30, tocca a Caterina Malavenda, avvocato cassazionista, penalista, civilista e giornalista pubblicista. Guida indispensabile per molti colleghi al momento della stesura di articoli delicati, assiste da anni Il Fatto, Il Corriere della SeraIl Sole 24 OrePanorama, Rai e Sky Italia. Terrà la lezione I rischi dell’informazione. Conseguenze e rimedi – Strumenti per evitare e ridurre le conseguenze di cause per diffamazione“. Un appuntamento prezioso soprattutto per chi vuole occuparsi di cronache giudiziarie ma non solo.

A Milano, invece, dalle 10 alle 13,30 nella redazione de ilfattoquotidiano.it la relatrice Chiara Brusini spiegherà come si leggono cifre e dati utilizzati per raccontare il Paese, dal prodotto interno lordo alla povertà, nella lezione “Raccontare l’economia con i numeri. Dove si trovano e come si interpretano i dati su lavoro, crescita e conti pubblici”.

Vi ricordo poi di affrettarvi a iscrivervi ai corsi di videogiornalismo che partiranno a luglio: i nomi dei relatori stanno attirando molte persone e i posti disponibili non sono moltissimi. Ci saranno Alessandra Sardoni a parlare di talk show, l’insuperabile Franca Leosini a spiegare come si intervistano assassini e criminali efferati, Francesca Mannocchi a raccontare il giornalismo di guerra da freelance e tanti altri numeri uno nell’informazione video. Trovate tutte le informazioni sul sito.

Vi aspettiamo numerosi!

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Filippo Facci sospeso, perché l’Ordine dei giornalisti mi sta sul gozzo

prev
Articolo Successivo

Di Maio: “I nostri valori quelli di Berlinguer e Almirante”. Ironia in rete: “Solo non si vedono i due leocorni”

next