Fotografato per la prima volta un lungo filamento di gas dal quale nascono nuove stelle. La culla di astri si trova nella Nebulosa di Orione, distante 1.200 anni luce. L’immagine è stata pubblicata sull’Astrophysical Journal dagli astronomi guidati da Rachel Friesen, dell’università canadese di Toronto.

Il filamento di gas si estende per 50 anni luce ed è stato fotografato dal radiotelescopio Green Bank nella Virginia Occidentale. L’immagine mostra le molecole di ammoniaca nel filamento che sono la spia del processo di formazione di nuove stelle. “Ancora non comprendiamo nel dettaglio come le grandi e dense nubi di gas nella nostra galassia collassino per formare le stelle”, ha rilevato Friesen. Tuttavia, ha aggiunto, l’ammoniaca è un ottima spia di questo meccanismo e mettere a punto grandi mappe di ammoniaca permetterà agli astronomi di seguire i movimenti e la temperatura del gas più denso.

“Ciò è fondamentale – ha proseguito – per valutare se le nubi di gas e i filamenti siano stabili o stiano collassando per formare nuove stelle”. L’immagine è stata ottenuta nell’ambito della Green Bank Ammonia Survey (Gas), un progetto che ha avuto come obiettivo quello di ottenere una mappa delle principali regioni dove si stanno formando le stelle nella Cintura di Gould, un anello di giovani astri e nubi di gas che attraversa molte costellazioni, tra cui Orione, il Toro, Perseo; l’Ofiuco.

Foto interna dal profilo di Rachel Friesen dell’Università di Toronto

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Nasa, dieci asteroidi “potenzialmente pericolosi” passeranno vicino alla Terra

prev
Articolo Successivo

Cancro, scoperto meccanismo che regola crescita tumorale grazie alla ricerca sulle malattie genetiche rare

next