Roma? Io da romano posso esibire le fotografie dei rifiuti ingombranti che sono sotto casa mia e che non vengono tolti da un mese, oltre a simpatici roditori che frequentano i monumenti della nostra Capitale. E non sono certamente topini”. Così a L’Aria che Tira (La7) si esprime il deputato Pd, Gennaro Migliore, sulla situazione attuale di Roma. Gli fa eco il direttore di Libero, Vittorio Feltri: “Ma non ci sono solo i topi, ma anche gabbiani pazzeschi, che sono alti quanto Brunetta”. Inevitabile il boato di risate in studio e il giornalista commenta: “Chiedo scusa. Vabbè, è andata. Pazienza”. Migliore continua il suo attacco al M5s: “Il Paese che vogliono loro è quello lì sui ‘vaccini non si sa’, sui ‘taxi del mare’, sul fatto che ci possa essere un innalzamento generale delle tasse. La sindaca Raggi ha detto che non si dimette se viene rinviata a giudizio? Sono d’accordo con Renzi: lei fa bene. Dal punto di vista dello stato di diritto, che spero ritorni a essere centrale in questo Paese, se si è indagati, bisogna rispondere alla legge. Il problema è dato dai processi mediatici e da quelli che scrivono le sentenze sugli editoriali”. Poi accusa i pentastellati di “doppiopesismo”: “Ora si comportano esattamente al contrario di quello che in questi anni hanno fatto: hanno stilato liste di proscrizione dei giornalisti, azioni disciplinari nei confronti dei politici, costruzioni di sentenze politiche insieme al loro organo, Il Fatto Quotidiano”. “Il Fatto Quotidiano non è il loro organo”, ribatte la conduttrice della trasmissione, Myrta Merlino. “È il loro sostenitore, diciamo così”, replica Migliore

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Dalimonte, padre Italicum: “Travaglio? Col No al referendum ha portato in auge Berlusconi”. La replica: “Scemenza ciclopica”

prev
Articolo Successivo

Elezioni Palermo, Forello (M5s) vs Ferrandelli (ex Pd): “Sei indagato per voto di scambio mafioso e fai accordi con Cuffaro”

next