Venti colpi di pistola per uccidere zio e nipote, nel quartiere napoletano di Miano. Le vittime si chiamano entrambi Carlo Nappello, rispettivamente di 44 e 22 anni. I due erano a bordo di uno scooter Honda SH, quando sono stati raggiunti da venti colpi di arma da fuoco in via Vicenzo Valente, nei pressi di piazza Regina Elena. I colpi sono stati esplosi con una pistola semiautomatica intorno alle 15.15. Ancora nessuna indicazione sul movente, ma i due erano già noti alle forze dell’ordine. Un’ipotesi è che si tratti di un omicidio di camorra, visti i legami della famiglia Neppello con il clan Lo Russo, che da anni opera a Miano. Sul posto sono intervenuti i carabinieri.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Reggio Calabria, ucciso ex carabiniere che gestiva una tabaccheria: “Modalità mafiose”. Era sopravvissuto ad agguato

next
Articolo Successivo

Vibo Valentia, 15enne ucciso a colpi di pistola da un coetaneo

next