Una missione di archeologi egiziani ha annunciato la scoperta di una tomba intatta di circa 3mila anni fa a Luxor, in Egitto, con all’interno sei mummie e numerosi manufatti. Il ritrovamento è avvenuto nella necropoli di Dra Abu el-Naga, vicino alla celebre Valle dei Re, come ha spiegato Mostafa Waziry, il direttore generale delle Antichità di Luxor, citato dal sito del quotidiano locale Al-Ahram. Secondo Waziry, la tomba risalirebbe al periodo della 21esima dinastia e apparterebbe a un giudice.

La tomba, ha spiegato Waziry, ha una struttura a forma di T ed è costituita da un cortile aperto che porta a una sala rettangolare, a un corridoio e a una camera interna dove sono stati trovati sarcofagi con mummie avvolte nel lino. Gli esperti le stanno esaminando per scoprirne l’identità e le ragioni della loro morte.

Il ministro delle Antichità egiziano, Khaled El-Enany, ha spiegato ad Al-Ahram che, nonostante le dimensioni limitate della tomba, si tratta di un’importante scoperta per la presenza di un corredo funerario in gran parte intatto. Sono state rinvenute bare in legno decorate, maschere funerarie e quasi mille statuine (ushabti) in terracotta e legno. È stata trovata anche una collezione di vasi di terracotta di varie forme e dimensioni.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Gabriele Del Grande fermato in Turchia telefona alla compagna: “Non rispettano miei diritti, comincio sciopero della fame”

next
Articolo Successivo

Usa, trovato morto il killer di Facebook: uccise un anziano a Cleveland e postò il video sul social network

next