Stava saltando tra i tetti di Torino quando un rivestimento in vetro ha ceduto, facendolo precipitare al suolo dopo un volo di una decina di metri. La vittima dell’incidente non mortale è un sedicenne appassionato di parkour, sport estremo che consiste nel praticare acrobazie tra i tetti e i muri dei palazzi metropolitani. È precipitato martedì sera dal tetto della biblioteca di via Chieri, dove si trovava con alcuni amici. Portato d’urgenza all’ospedale Cto di Torino, ha riportato diversi traumi ed escoriazioni, ma non è in pericolo di vita.

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Luigi Di Maio dimesso dal Policlinico Gemelli: “Grazie. Sabato sarò a Ivrea per ricordare Gianroberto Casaleggio”

prev
Articolo Successivo

Stadio As Roma, la conferenza dei servizi si chiude negativamente (come previsto). Si riparte da capo, ma non da zero

next