Un libro che racconta di un viaggio del giro del mondo e un altro la cui trama è incentrata a Milano. Guida al giro del mondo (Bombiani) di Nanni Delbecchi e Torto marcio (Sellerio) di Alessandro Robecchi sono stati presentati venerdì 17 febbraio alla libreria Isola Libri di via Pollaiuolo, moderatrice dell’incontro la giornalista de Il Fatto Quotidiano, Silvia Truzzi. “Ho voluto dare un titolo ironico al mio libro – spiega Delbecchi – non può esistere, infatti, una guida di un giro del mondo perché un giro del mondo può contenere tutto e il suo contrario. E’ anche vero che se un viaggio è completamente legato al caso e all’improvvisazione come racconto, allora essere imbranati e non avere troppi punti di riferimento può aiutare. Io sostengo che le guide servono per imparare a farne a meno”. Torto marcio di Robecchi è invece un noir ambientato tra la Milano dei quartieri bene e le periferie dei casermoni popolari. “In questi anni c’è stata una narrazione rassicurante di Milano – afferma l’autore – con il benessere, la moda e il design; si è però trascurato tutto il resto della città, quella meno glamour. Ma una città è come un animale che ha bisogno di tutti i suoi organi. Credo che gli abitanti di Milano dovrebbero richiedere che la loro città venga raccontata meglio”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Sharaz-De, Le Mille e una notte a fumetti di Sergio Toppi

prev
Articolo Successivo

‘Il simpatizzante’ di Viet Thanh Nguyen: un’opera totale

next