Piazza Duomo a Milano con palme, banani e altre piante caraibiche. E’ questo lo scenario che si presenterà nel cuore della città meneghina per i prossimi tre anni. Il progetto è stato finanziato dal Starbucks, la catena di caffetterie che aprirà il primo negozio d’Italia proprio a Milano. Ma la novità floreale ha diviso i milanesi. “Questo è il cuore della città e metterci le palme è sbagliatissimo. E’ come mettere il cumino e i datteri nei pizzoccheri, viene un gran porcata”. Altri invece, hanno apprezzato: “Dà un tocco esotico – afferma una signora – è come mettere un quadro diverso in una stanza”. Un giovane milanese, invece, pensa già alla prossima estate : “Io ad agosto sarò qui a lavorare, in pausa pranzo verrò qui con sdraio e ombrellone“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Taxi, rocambolesco incidente durante lo sciopero. A Fiumicino Ncc travolge due vigili: ecco il video

next
Articolo Successivo

Franco Rizzi, morto il fondatore di Unimed. Così vogliamo ricordarlo

next