E’ accusato di essersi ingiustificatamente assentato dal posto di lavoro per 45 giorni in tre mesi un impiegato del Comune di Foligno individuato dalla guardia di finanza. Secondo le fiamme gialle, l’uomo, un sessantacinquenne del posto, utilizzava gran parte delle proprie giornate lavorative per curare interessi privati. In un caso è stato filmato dai finanzieri folignati mentre per un’intera mattinata se ne stava seduto al bar accanto al Comune a conversare amabilmente con gli altri clienti. Truffa ai danni dello Stato il reato contestato.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Legano la commessa e rapinano la gioielleria a Milano, arrestati. Nel video la violenza del finto cliente

next
Articolo Successivo

Abusi edilizi al tribunale di Vicenza, esposti a Csm e Procura di Venezia: “Inerzie e omissioni nell’azione dei pm”

next