UNIMED, Unione delle Università del Mediterraneo  in collaborazione con il Cinema Farnese Persol e dalla casa editrice Castelvecchi, la libreria Fahrenheit 451 e il Fatto Quotidiano in qualità di media partner, sono lieti di invitarvi al ciclo di lezioni di Storia del Mediterraneo al Cinema Farnese.

Tra il 20 novembre 2016 e 21 maggio 2017, UNIMED organizza una serie di lezioni di storia del Mediterraneo dai miti classici, passando per l’età moderna fino ad approdare ai nostri giorni, ospitate dalla bellissima cornice dello storico cinema Farnese Persol di Roma, sito in Campo de’ Fiori.

Tra novembre e maggio, una domenica mattina al mese, si succederanno sette lezioni di storia del Mediterraneo con una varietà di temi che spazieranno dalla schiavitù ai corsari, dal conflitto arabo-israeliano alla guerra civile in Siria, dalla Libia alla politica USA in Iraq, per cercare di soddisfare almeno parte delle molteplici curiosità del pubblico su questa travagliata regione che è il Medio Oriente. L’ingresso è libero e gratuito fino a esaurimento posti. Sperando che l’iniziativa possa incontrare il favore di un pubblico generalista affamato di informazioni, ma anche di spunti di riflessione che vadano oltre il ritmo troppo veloce dell’attualità per restituire profondità alle notizie e contestualizzarle, gli incontri si propongono di rimettere al centro la storia, intesa non come “maestra di vita”, ma come elemento che restituisce complessità agli eventi che si succedono, legandoli in una sequenza e così anche arricchendone la prospettiva.

IL PROGRAMMA COMPLETO
Mediterraneo al cinema
Lezioni di storia al Farnese Persol
Ogni domenica – 10.30

Cinema Farnese Persol – Roma, Piazza Campo de’ Fiori
Ingresso libero e gratuito

20 novembre
“Quando guidavano le stelle. Viaggio sentimentale nel Mediterraneo”

Introduce Franco Rizzi, storico e Segretario Generale UNIMED
Alessandro Vanoli, storico e scrittore

11 dicembre
Schiavi e corsari nel Mediterraneo
Salvatore Bono, professore merito Università di Perugia e presidente onorario Société internationale des historiens de la Méditerranée

22 gennaio
Il conflitto arabo – israeliano
Claudia De Martino, ricercatrice UNIMED
Stefano Citati, giornalista de Il Fatto Quotidiano

19 febbraio
La guerra in Siria tra dittatura e opposizioni
Ugo Tramballi, editorialista de Il Sole 24 Ore

19 marzo
La guerra in Libia da Gheddafi all’ISIS
Antonio Maria Morone, ricercatore in Storia dell’Africa Università di Pavia
Fabio Mini, generale dell’esercito italiano

9 aprile
Jihadismo: come si diventa soldati del terrore
Franco Rizzi, storico e Segretario Generale UNIMED
Peter Gomez, direttore de ilfattoquotidiano.it

21 maggio
La politica USA in Medio Oriente
Roberto Iannuzzi, ricercatore UNIMED
Giampiero Gramaglia, giornalista e consigliere comunicazione IAI

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Faust-Mephisto a Genova, dalla crisi nasce la libertà. Due chiacchiere con Andrea Liberovici

prev
Articolo Successivo

Cos’è Brainpickings, il blog da cinque milioni di lettori che mette insieme Henry Miller, Bob Dylan, Carl Sagan e tanti altri

next