Un cadavere senza testa è stato trovato stamattina in un bosco alla periferia di Grassina, vicino a via di Belmonte. L’uomo sarebbe un clochard originario del Mali, conosciuto nella zona, che avrebbe sofferto di problemi psichiatrici. I carabinieri sono riusciti a identificarlo grazie a una tessera di un’associazione che fornisce assistenza ai senza tetto trovata nei vestiti. Stando alle prime ricostruzioni il distaccamento della testa dal corpo potrebbe essere stato causato da animali predatori.

Vicino al corpo, in stato di avanzata decomposizione, c’era anche un telo che probabilmente serviva da tenda. I militari del nucleo investigativo e la squadra scientifica di Firenze hanno trovato su un albero anche una corda. Secondo i carabinieri, che conducono le indagini, l’uomo si sarebbe suicidato tramite impiccagione.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Migranti, sindaco leghista blocca il centro accoglienza delle suore. Ma non ha fatto i conti con il Viminale

next
Articolo Successivo

Papa Francesco: “Oggi guerra mondiale per distruggere il matrimonio. Il grande nemico è il gender”

next