“Io non ho ho capito il senso delle tante norme che compongono la riforma costituzionale. Tant’è che ai miei studenti ho detto “Se passa, io non insegnerò più diritto costituzuionale”. Così il presidente emerito della Corte costituzionale Gustavo Zagrebelsky durante il confronto “Perché sì, perché no” moderato da Silvia Truzzi al quale ha preso parte il ministro della Giustizia Andrea Orlando (Pd) durante la festa del Fatto Quotidiano

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Roma, Riparte il Futuro: “Raggi ha tradito gli impegni con gli elettori per nomine trasparenti”

next
Articolo Successivo

Riforme, Orlando: “Fiducia da una Camera? Bene per il Paese e non per il governo”

next