Tre alpinisti svizzeri sono morti oggi sul Monte Rosa dopo essere precipitati per 800 metri dal Colle Gnifetti. Le vittime facevano parte di una cordata di sei persone. Gli altri tre sono illesi. Colle Gnifetti è una delle vette più alte del massiccio del Monte Rosa nelle Alpi Pennine con i suoi oltre 4500 metri di altitudine e si trova sul confine italo-svizzero.

L’incidente – secondo quanto riferito dal soccorso alpino della Val d’Aosta – è stato causato dal cedimento di una cornice di neve su cui si trovava la cordata. L’allarme è stato dato da altri alpinisti che hanno assistito alla tragedia. Le tre persone illese sono state portate al rifugio Mantova, mentre le tre salme saranno recuperate dal soccorso alpino piemontese non appena le condizioni di sicurezza lo consentiranno. Nel luogo dell’incidente vi è infatti un elevato rischio di distacchi. 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Croce Rossa, scontro in Lombardia tra soccorritori e vertici. “Mandateci in Centro Italia”. “Non c’è bisogno di voi”

prev
Articolo Successivo

Terremoto Centro Italia, Grasso: “Cadono anche gli edifici simbolo dello Stato. Non seguiamo le regole”

next