Sono cominciati sabato mattina i lavori per la realizzazione del bypass del ponte in località Tre Occhi, lungo la statale 260, alle porte di Amatrice (Rieti), il comune maggiormente colpito dal sisma di mercoledì scorso. Gli assetti del secondo reggimento Genio Pontieri di Piacenza, con la collaborazione dei tecnici della Protezione civile del Friuli-Venezia Giulia, stanno operando a valle del ponte per realizzare un guado a strutture scatolari con una carreggiata di circa sei metri, che consentirà di aggirare il ponte, ormai irrimediabilmente danneggiato. Quella del by-pass è stata valutata come la soluzione più rapida per consentire la riapertura di un tratto stradale considerato di importanza strategica, in quanto consentirebbe di far affluire ad Amatrice, da Sud, ulteriori mezzi e materiali per il soccorso alla popolazione.

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Napoli, custodiva armi e droga in un terreno. Arrestato pensionato

prev
Articolo Successivo

Croce Rossa, scontro in Lombardia tra soccorritori e vertici. “Mandateci in Centro Italia”. “Non c’è bisogno di voi”

next