Ucciso in casa, forse strangolato. Il cadavere di Claudio Silvestri è stato trovato venerdì mattina dal fratello nella villetta di via Vittoria a Jerago con Ornago (Varese). La casa era a soqquadro. La conferma che si tratta di omicidio è arrivata dal procuratore di Busto Arsizio Gianluigi Fontana.

Impiegato a Malpensa e appassionato di fitness, Silvestri solo tre mesi fa, secondo quanto riferito da un amico, era stato aggredito e derubato dell’auto. Sopravvissuto ad un incidente mortale oltre dieci anni fa il quarantenne aveva fatto lunghe terapie per recuperare l’uso della parola dopo essere stato in coma. E tre mesi fa gli era stata rubata l’auto (furto denunciato), pare durante un’aggressione (questo particolare però riferito da un amico al quale aveva spiegato così un occhio nero).

I carabinieri di Gallarate (Varese) e del Nucleo Investigativo di Varese stanno cercando di ricostruire le ultime ore di vita. Giovedì durante la festa di paese Silvestri è stato visto vivo per l’ultima volta.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Lucca, donna bruciata viva: presunto assassino non risponde al giudice

prev
Articolo Successivo

Bologna, donna trovata morta in un albergo. Si indaga per omicidio

next