Resta in carcere Nicolas Orlando Lecumberri, il 23enne studente e dj spagnolo finito a San Vittore con l’accusa di essere il picchiatore seriale che in 19 giorni avrebbe aggredito 10 persone a Milano (leggi). Lo ha deciso il gip Livio Cristofano che ha convalidato l’arresto.

Il ragazzo, che oggi ha risposto ad alcune domande del giudice, secondo la ricostruzione di inquirenti e investigatori avrebbe agito di giorno e sempre con la stessa tecnica: chiedeva informazioni stradali in inglese, spacciandosi per un turista, poi, subito dopo aver ricevuto le prime indicazioni, prendeva a pugni e calci il malcapitato. Il giudice ha accolto la richiesta del pm Cristian Barilli che ha contestato il reato di lesioni aggravate dai futili motivi. Il sospetto è che possa trattarsi di un caso di “knockout game“, un ‘gioco’, più volte denunciato negli anni recenti, in cui giovani senza scrupoli si divertono a picchiare per strada i passanti.

Una delle aggressioni nel video postato dalla Questura di Milano su facebook

Ma l’ipotesi viene smentita dall’avvocato del 23enne, Alessia Generoso: “Non è un caso di ‘knockout game’ ma il caso di un ragazzo che ha un disagio personale. Se viene seguito adeguatamente”, e curato con i farmaci, “non è pericoloso”. Il legale, che ha parlato di “giovane problematico” ha riferito che il consolato spagnolo in Italia ha avvertito la sua famiglia che ora sta “arrivando a Milano per fornirgli tutto il supporto necessario, anche sul piano medico e per chiarire la sua situazione clinica”. Il difensore ha detto che i genitori del suo assistito, che vive a San Sebastian, “consegneranno la sua cartella clinica a San Vittore per consentire al figlio le cure adeguate”. Inoltre ha aggiunto che Lecumberri non è “un vagabondo, uno che vive di espedienti, ma è una persona colta ed è seguito dalla famiglia”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Brindisi, assenteista al comune gestiva pizzeria: arrestato assieme al collega che lo copriva

next
Articolo Successivo

Ecofuturo 2016, diretta streaming dalla kermesse di Rimini

next