“Perché nessuno mi arresta mentre tanti giovani non solo vengono arrestati ma finiscono anche in galera?”. Lo domanda da tempo la radicale Rita Bernardini, che coltiva 19 piante di marijuana in casa per disobbedienza civile. Il video, pubblicato nel giorno in cui approda alla Camera la proposta di legge sulla depenalizzazione della cannabis presentata da un gruppo interparlamentare. Nonostante i molti fermi di polizia, Bernardini sottolinea che mai nessuno ha proceduto ad arrestarla. Anzi, quando di piante ne aveva 56, dopo il sequestro la Procura di Roma ha archiviato tutto. “Noi siamo pronti ad andare in galera per evidenziare l’assurdità della legge italiana che processa chi coltiva e chiude un occhio su coloro che comprano dalla criminalità arricchendo il narcotraffico” Video da youtube

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Salvini e la bambola gonfiabile: solo battute, zero politica

prev
Articolo Successivo

Roma, blitz assessore M5s all’Ambiente nella sede Ama: “I romani hanno ragione, non state pulendo la città”

next