Ancora scontri tra polizia e manifestanti in Armenia, dopo le tensioni che si sono registrate nei giorni scorsi. Una manifestazione è stata organizzata vicino alla stazione di polizia di Ierevan in cui è asserragliato un commando che tiene in ostaggio alcuni agenti. Chiede la scarcerazione del leader di un gruppo d’opposizione. I dimostranti hanno eretto barricate fatte di cassonetti dell’immondizia e vecchi frigoriferi. Secondo la stampa locale, 51 persone, tra cui 28 agenti, sono rimaste ferite e 136 sono state fermate.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Sydney, sfonda l’ingresso di una stazione di polizia con un auto piena di bombole a gas. “Forse un attacco terroristico”

prev
Articolo Successivo

Israele, radio militare trasmette versi del poeta palestinese Darwish. E’ polemica

next