Severino Antinori, il ginecologo imputato a Milano con l’ accusa di aver prelevato forzosamente otto ovuli a una giovane infermiera spagnola, fuori dall’aula dove oggi ha preso il via l’udienza preliminare a suo carico e a carico delle due segretarie, Marilena Muzzolini e Bruna Balduzzi, dell’anestesista che lavorava alla clinica Matris, Antonino Marcianò, e di una quinta persona, Gianna Carabetta, coinvolto con il medico in un episodio di presunta estorsione nei confronti di una donna

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Francantonio Genovese, chiesti 11 anni di carcere per ex deputato Pd: “Sottratte enormi risorse ai cittadini”

next
Articolo Successivo

Fabrizio Corona, il giudice di Sorveglianza: “Non potrà lasciare la Lombardia”

next